Piatti della tradizione: spaghetti aglio, olio e peperoncino

Gli spaghetti aglio olio e peperoncino, chiamati “ajo ojo peperoncino” a Roma, sono la prova che da prodotti umili possono nascere piccoli capolavori. 

Ma attenti agli errori: no ad aglio bruciato, no ai spaghetti scotti e non amalgamati,  no a olio di bassa qualità.

Il nome del piatto è praticamente la lista degli ingredienti. Si può aggiungere, a piacere un pò di prezzemolo tritato alla fine.

Ingredienti per 4 persone

Procedimento

Mentre gli spaghetti cuociono in abbondante acqua salata, pela gli spicchi di aglio, dividili a metà e togli l’anima. In una padella ampia a fuoco basso, metti l’olio extravergine d’oliva con l’aglio e il peperoncino fresco (a cui si sarà tolto il picciolo) tagliato a rondelle sottili.

Fai soffriggere qualche minuto per dare modo al peperoncino e all’aglio di sprigionare il sapore.

Ricorda di fare molta attenzione a non far scurire aglio.

Scola gli spaghetti al dente, versali nella padella.

Con l’aiuto di mezzo mestolo di acqua di cottura amalgama la pasta e tutti a tavola!

Sfiziosa variante: Se vuoi rompere la monotonia aggiungi un filetto di acciuga o del pangrattato tostato, il risultato sarà davvero originale.

Il vino consigliato:

Frascati bianco. Colore giallo paglierino medio, profumo delicato, aromatico, sapore asciutto, rotondo, morbido