Piatti della tradizione romana: il Maritozzo

Di antichissima origine, il maritozzo è un dolce che ti sorprenderà.  Se poi lo si gusta farcito di sofficissima panna montata, ecco a te uno dei peccati di gola più amati dai romani.

Le origini del nome ci riportano nella Antica Roma prima, e nel Medioevo poi, dove veniva preparato con uvetta, canditi e pinoli . Inizialmente era il pane di ristoro del braccianti, poi si trasformò nella deroga al digiuno liturgico. Si mangiava, infatti, nel periodo di Quaresima, prendendo il nome di “er santo maritozzo” o “Quaresimale”.

Ma la tradizione vuole che questo dolce venisse donato il primo venerdì di marzo dai futuri mariti alle loro fidanzate. Era decorato di zucchero a rappresentare due cuori trafitti e spesso nella farcitura si nascondeva un anello o un gioiello. E proprio in questa particolare occasione, al giovane pretendente veniva assegnato l’appellativo di maritozzo.

Ed ora ai fornelli!

La ricetta è semplice ma richiede pazienza e tempo.

Ingredienti

Per il lievitino:

  • 50 g di farina
  • 50 ml di acqua
  • 3 g di lievito di birra
  • 1 cucchiaino di zucchero

Per impasto:

  • 200 g di farina
  • 20 ml di latte
  • 45 g di miele
  • 40 ml di olio di semi
  • 1 tuorlo
  • 300 ml di panna fresca da montare per la farcitura
  • 50 g di zucchero a velo
Preparazione:

Prepara il lievitino, mescolando in una ciotola tutti gli ingredienti.

Ora Lascialo crescere per circa mezz’ora.

Intanto in una ciotola, mescola olio, latte, miele e il tuorlo. Aggiungi lentamente la farina impastando con una forchetta. 

Unisci al composto il lievitino, aggiungendo altra farina fino a formare un impasto morbido. Continua ad amalgamare finché non ottieni ottenere un impasto ben liscio. Mettilo quindi a lievitare fino al raddoppio.

Dividi l’impasto in 6 palline uguali, dandogli una forma leggermente allungata.

Lascia nuovamente crescere fino al raddoppio.

Nel frattempo scalda il forno a 180°. 

Prima di infornare spennella i panini con l’albume e  fai cuocere per 15 minuti circa.

Una volta ben raffreddati saranno pronti per essere farciti con la panna montata fredda.

Una spolverata di zucchero a velo ….e via!

Vino consigliato in abbinamento:

Aleatico di Gradoli, dal colore rosso granato con tonalità violacee. Profumo aromatico e caratteristico, dona una sapore fresco, morbido , vellutato e dolce.

Buon Appetito!