Cosa fare e dove mangiare a Roma: Circo Massimo

Circo Massimo: un po ‘di storia

Il Circo Massimo  è un antico stadio di corse di bighe romane e sede di intrattenimento di massa situato a Roma. Situato nella valle tra le colline dell’Aventino e del Palatino, fu il primo e il più grande stadio dell’antica Roma e del suo successivo impero. Ha misurato 621 m (2.037 piedi) di lunghezza e 118 m (387 piedi) di larghezza e poteva ospitare oltre 150.000 spettatori. Nella sua forma completamente sviluppata, divenne il modello per i circhi in tutto l’impero romano.

La curva a sud-est della pista era situata tra due santuari che potrebbero aver preceduto lo sviluppo formale del Circo. Uno, situato sul perimetro sud-est esterno, era dedicato alla dea omonima della valle Murcia, un’oscura divinità associata a Venere, l’arbusto di mirto, una sorgente sacra, il torrente che divideva la valle e la vetta minore del colle Aventino. L’altro era al posto di svolta sud-est; dove c’era un santuario sotterraneo a Consus, un dio minore di depositi di grano, collegato alla dea del grano Cerere e agli inferi. Secondo la tradizione romana, Romolo scoprì questo santuario poco dopo la fondazione di Roma. Ha inventato il festival della Consualia, come un modo per radunare i suoi vicini Sabini a una celebrazione che includeva corse di cavalli e bere. Durante queste distrazioni, gli uomini di Romolo hanno poi rapito le figlie di Sabine come spose. Così il famoso mito romano del ratto delle Sabine aveva come cornice il Circo e la Consualia.

Dopo il VI secolo, il Circo cadde in disuso  e fu utilizzato per estrazioni per materiali da costruzione. I livelli inferiori, sempre inclini alle inondazioni, furono gradualmente sepolti sotto il terreno alluvionale impregnato d’acqua e detriti accumulati,oggi la pista originale è sepolta 6 m sotto la superficie moderna. Molte delle strutture permanenti del Circo sono sopravvissute a questi cambiamenti; nel 1587, due obelischi furono rimossi dalla barriera centrale da papa Sisto V, e uno di questi fu ricollocato in Piazza del Popolo.Nella metà del XIX secolo nel sito del circo furono scoperte le parti inferiori di una fila di sedili e un portico esterno. Da allora, una serie di scavi ha rivenuto ulteriori sezioni della sede, curva  e barriera centrale, ma ulteriori esplorazioni sono state limitate dalla scala, dalla profondità e dal ristagno del sito.

Il sito del circo è ora un parco pubblico e ospita spesso concerti e incontri.

Quando andare

I periodi perfetti per venire a vedere il Circo Massimo sono due: uno in inverno, soprattutto durante le vacanze di Natale, perché qui di solito vengono organizzati concerti, incontri e sfilate, principalmente per la notte di San Silvestro; il secondo è maggio / giugno, per più o meno le stesse ragioni: concerti, dimostrazioni, incontri e così via … inoltre, in estate o in primavera questa zona è davvero molto bella e ha un’atmosfera molto romantica, con tutti gli alberi con i fiori e i primi frutti estivi, tutto è verde e il sole inizia a tramontare molto tardi, così puoi goderti ogni singolo momento qui in questo fantastico parco, incluso uno splendido tramonto.

Cosa e dove mangiare: i ristoranti vicino al Circo Massimo

Questa zona e questo parco sono molto belli se vuoi fare una passeggiata o stare nel parco con un libro tutto il giorno, quindi ovviamente ci sono molti bar e paninerie in giro, secondo me, uno dei il miglior bar qui è il Bar Bistrot Gusto Massimo (Via del Circo Massimo 5), qui puoi avere un panino o un panino o solo un caffè ma puoi anche pranzare seduto a un tavolo e goderti la vista di Roma; se stai cercando un posto dove cenare o pranzare, ma sei stufo di pasta e pizza (strano ma potrebbe succedere), puoi andare a 0,75-Zerosettantacinque (Via dei Cerchi 65) dove puoi goderti il migliori hamburger di questa zona, il personale è molto gentile e i prezzi non sono troppo alti, anche se siamo nel centro della città; un altro ottimo ristorante, un po ‘più elaborato e con piatti della tradizione romana, è Alvaro al Circo Massimo (Via dei Cerchi 53), la loro migliore ricetta è l’Amatriciana e le Lasagne, sicuramente vale la pena tutto.

Come raggiungerlo

Il Circo Massimo è molto facile da raggiungere, perché qui arriva la metropolitana, più precisamente, la linea B (quella blu), quindi se sei vicino a una stazione della metropolitana, non puoi perderti.

Ci sono anche alcuni autobus che puoi prendere, come ad esempio il numero 75 da Termini o il tram numero 3.

Contattaci

Qualche richiesta su questo articolo? Scrivi a Martina su love@ gourmetaly.com.

Martina è una foodie locale e addetto ai lavori, ha una laurea in Belle Arti per tour operator e gestione culturale. Incontra Martina e partecipa a uno dei nostri eventi.